Di nuovo in Alsazia per la magia del Natale

– viaggio dal 6 all’11 dicembre 2018 – 

6 DICEMBRE

Partiamo da casa alle 17:30 e senza traffico raggiungiamo il “nostro” punto di ristoro preferito subito dopo il San Gottardo alle 20:00 circa.

Ceniamo con calma, un po’ di giochi per i bimbi ( difficilissimo poi convincerli a lasciare i trenini 😛 ) e ci rimettiamo in marcia verso l’area di sosta del Laguna Badeland ( 9€ senza elettricità da pagare alla reception del Laguna Badeland, tranquillissima ) che raggiamo alle 22:40. Oltre a noi c’è solo un altro camper, la pace è totale. Sistemiamo comodamente Gaspare in versione natalizia e tutti a nanna, domani ci aspettano le terme!


7 DICEMBRE

Dopo una buona colazione e un po’ di compiti per Lorenzo verso le 11:15 salutiamo Gaspare nella sua bella postazione e ci dirigiamo verso l’ingresso del Laguna Badeland.

Il posto è bello e tranquillo esattamente come lo ricordavamo, c’è pochissima gente e spesso piscine, scivoli, giochi e idromassaggio sono tutti per noi!

Come nelle scorse occasioni pranziamo nel bel bar/ristorante proprio accanto all’area bimbi che propone una buona varietà di piatti e menu’, oltre a della buona immancabile birra 🙂
L’area riservata ai più piccoli è senza dubbio la parte più amata di questo complesso


ma devo dire che questa volta anche il grande scivolo rosso, di cui purtroppo non ho foto, ci ha visto protagonisti di non so quante discese!
Passiamo una splendida giornata “a mollo” poi verso le 18:30 torniamo su Gaspare. Siamo tutti belli cotti, Gianni prepara subito una buona cenetta e dopo un po’ di relax andiamo tutti a letto. Babi è stanchissimo e crolla durante la lettura della prima fiaba, Lorenzo lo raggiunge poco dopo…e noi li seguiamo a ruota 🙂


8 DICEMBRE

Salutiamo il Laguna Badeland e in pochi km entriamo in Alsazia. Prima immancabile sosta: la spesa al SUPER U! Dopo aver caricato bene bene Gaspare, approfittando anche di una tregua dalla pioggia insistente che ci accompagna da questa mattina, andiamo al piccolo ma grazioso Marché des Lutins ( mercatino degli Elfi ) di Pfastatt, un piccolo paesino a pochi minuti da Mulhouse. Veniamo accolti da un bellissimo villaggio di elfi con tanto di trenino che lo percorre quasi interamente.

Tutta l’ambientazione è davvero molto suggestiva, mi sarebbe piaciuto vederlo anche con il calar del buio ma anche così ha indubbiamente il suo fascino. I particolari sono bellissimi ed è tutto molto ricercato.



Ci spostiamo di poco e in nemmeno 10 minuti raggiungiamo il nostro collaudato Parking de l’Université a Mulhouse. Pranziamo su Gaspare sotto una pioggia decisamente insistente poi con calma, e fortunatamente sotto una pioggerellina leggera leggera, prendiamo il comodo tram che in poche fermate ( e con la formula P+R, ossia biglietto per tutti compreso nel prezzo del parcheggio: 2€ ) ci porta in centro. La piazza principale di Mulhouse è bella proprio come la ricordavamo, non piove nemmeno più e pur essendo sabato si cammina tranquillamente e senza caos.

Passeggiamo con calma tra le bancarelle che sono davvero una gioia per gli occhi e per il palato

 

ed ovviamente facciamo una gran scorta di “boules mousse“, la ragione per cui Gianni ha voluto tornare qui 🙂

Essendo arrivati attorno alle 16:00 ci godiamo poi la visita nell’atmosfera più calda, con le luci che piano piano si accendono e danno colore alla piazza.


Impossibile poi resistere al bellissimo carosello, Lorenzo se lo ricordava dall’anno scorso 🙂 Prima di salutare Mulhouse, che rimane il nostro mercatino del cuore, i grandi si concedono un bel bicchiere di cidro caldo al calvados e i piccoli del succo di mele caldo, comodamente appoggiati ai tavolini sotto la grande ruota panoramica.


Prendiamo la via del ritorno verso Gaspare attorno alle 18:30 ma alla fermata del tram scopriamo che ci sono dei problemi di viabilità e il tram non passa dalla nostra fermata. Per fortuna Gianni si accorge che siamo alla fermata di Mairie perché io, convinta di essere a quella prima, onestamente mi ero comodamente seduta sulla panchina in attesa del tram 🙂 Facciamo quindi una passeggiata di 2 fermate e alle 18:55 raggiungiamo Gaspare.
Per la notte decidiamo di tornare al comodissimo parcheggio della Cité du Train ( gratuito, senza servizi, tranquillissimo ), sistemiamo Gaspare al “solito posto” accanto all’ingresso


e poco dopo il nostro arrivo un simpatico signore viene ad avvisarci che la sera ci sarà una festa all’interno della Cité du Train per cui potremmo sentire un po’ di rumore… Onestamente non abbiamo sentito assolutamente nulla se non un gran vento che per tutta la notte ci accompagna con raffiche davvero forti.

9 DICEMBRE

La meta di questa mattina avrebbe dovuto essere Kaysersberg ma a gran richiesta di Lorenzo alle 11:30 varchiamo l’ingresso della Cité du Train. Anche Babi ha voglia di vedere i treni quindi come dire di no a due bimbi entusiasti di visitare un museo? Passiamo quindi due ore abbondanti a passeggiare tra i bei treni qui proposti, su e giù dalle carrozze visitabili e spesso “provando” i sedili posti sulle banchine.





Questa volta Babi regge per tutta la visita così sia io che lui scopriamo la bellissima ricostruzione di un ambiente in miniatura che si “anima” introducendo una monetina da 0,50 centesimi.

Terminiamo la nostra visita sul Mini Alsace Express, anche in questa occasione in versione natalizia.
Pranziamo su Gaspare poi riprendiamo il nostro viaggio e attorno alle 15:30 arriviamo al Camping des Trois Chateaux a Eguisheim, lo stesso campeggio in cui ci eravamo trovati benissimo lo scorso anno. La gentile proprietaria ci assegna la piazzola accanto a quella dell’anno scorso, sistemiamo Gaspare e visto che piove ne approfittiamo per un po’ di compiti e qualche disegno nella tranquillità più assoluta.

Verso le 17:00 la pioggia diventa meno forte così scendiamo in paese per una passeggiata tra i mercatini, anche se pioviggina siamo ben attrezzati ed Eguisheim di sera merita sempre una visita!

Facciamo qualche acquisto poi torniamo al campeggio, io e Lorenzo ci facciamo una bella doccia calda nei bei bagni riscaldati e a seguire un bell’aperitivo per tutti su Gaspare! La serata passa veloce tra giochi e risate, i bimbi sembrano non avere molto sonno oggi ed è proprio bello trascorrere una serata così! Alle 22:15 però il letto chiama e andiamo tutti sotto le coperte.

10 DICEMBRE

Puntiamo la sveglia alle 9:00, oggi ci aspetta la tappa più attesa ( da me 😛 ) di questa vacanza: Colmar!
Dopo aver fatto colazione con calma passeggiamo ancora un po’ per Eguisheim scoprendola anche di giorno con i suoi incantevoli scorci

  

poi alle 12:05 precise saliamo sulla Navette de Noel ( un comodissimo servizio di navette che collega i più suggestivi paesi della zona e i relativi mercatini ) che al prezzo di € 5,00 a/r ( solo adulti ) in circa 15 minuti ci porta a Colmar in Place Scheurer Kestner, a pochi minuti dalle piazze dei mercatini.
Colmar è senza alcun dubbio una piccola perla, la sua atmosfera è più che magica e lo capiamo appena mettiamo piede in Place des Dominicains, una delle 6 piazze dedicate ai mercatini.

L’aver scelto il lunedì come giorno per la visita ci permette di passeggiare in questa atmosfera da fiaba con calma, senza caos e senza ressa, curiosando senza problemi tra le bancarelle di tutti i tipi.

 

Ognuna delle 6 piazze è particolare, le più suggestive a nostro avviso sono la zona dell’Ancienne Douanne con più di 50 casette, addobbi stupendi e un bellissimo trenino colorato


e la Petit Venise con un mercatino interamente dedicato ai bambini e suggestivi scorci sull’acqua.


 

C’è da dire comunque che ovunque si posi lo sguardo i dettagli sono stupendi:

Salutiamo Colmar alle 17:30, non senza aver approfittato dell’ultima giostra rimasta ( i bimbi le han provate ovviamente tutte ) ossia quelle delle slitte di Babbo Natale…

Con il far della sera le luci rendono l’atmosfera ancora più magica, anche se l’afflusso di visitatori è notevolmente aumentato.
Riprendiamo la navetta per Eguisheim alle 17:40 precise e con calma, attraversando nuovamente lo splendido borgo, torniamo da Gaspare.

11 DICEMBRE

Anche questa vacanza è terminata e dopo un buona colazione con il sole che ci fa compagnia prendiamo la strada di casa, pensando che si…. il prossimo anno possiamo tornare 🙂

I commenti sono chiusi.