Terme, buon cibo e una bellissima area di sosta a Cadarese di Premia

 

La nostra prima visita all’Area di Sosta Ale&Ste è stata a inizio 2018, qualche giorno prima dell’Epifania. Nonostante tanta tanta, ma veramente tanta neve l’area di sosta era accessibile senza problemi e le piazzole pulite.


Avevo chiamato i gestori nel pomeriggio per sicurezza e loro, gentilissimi, pur non essendo in loco al nostro arrivo hanno fatto arrivare una signora altrettanto gentile che ci ha accolto e ci ha dato i buoni sconti per l’ingresso alla Terme e per i ristoranti locali. Questo primo incontro è stato provvidenziale dato che la signora ci ha dato l’ottimo consiglio di andare presto alle Terme la mattina seguente visto che in quei giorni l’affluenza era alta e, andando sul tardi, si rischiava di dover aspettare in lista d’attesa. Fino ad ora eravamo sempre andati alle terme in periodi non festivi ed in effetti non avevamo pensato a questa eventualità…. quindi se vi recate alle Terme in periodi festivi o di possibile alta affluenza vi consiglio di arrivare all’orario di apertura ( 9:30 – 10:00 ) di modo da non aver alcun problema di accesso.
In attesa della giornata a mollo noi sfruttiamo il nostro primo buono sconto cenando al Ristorante Monte Giove, esattamente dall’altro lato della strada, quindi comodissimo da raggiungere. Con la convenzione si può scegliere di cenare con il menu dell’albergo ( solitamente buffet di antipasti, due primi, due secondi a € 15,00 con orario fisso alle 19:30 ) oppure alla carta ottenendo un 10% di sconto. Noi abbiamo sempre cenato alla carta e ne siamo rimasti molto soddisfatti. Nella zona bar c’è anche una piccola postazione giochi a disposizione per i bambini e un’ottima selezione di grappe da degustazione, per cui ci si ferma volentieri per un po’ anche dopo cena.

 

La mattina successiva ci svegliamo di buon ora e con una breve passeggiata ( consiglio di attraversare il paese piuttosto che costeggiare la strada principale, senza marciapiede… ) arriviamo in 5 minuti scarsi all’ingresso.


Sono circa le 9:40 e non c’è quasi nessuno, optiamo per la soluzione giornaliera ( € 65,00 totali, usufruiamo della tariffa “famiglia” ) e con i nostri bei braccialetti andiamo al bar a fare colazione. Dalle vetrate si intravede la vasca esterna e i bimbi già scalpitano per entrare.

Gli spogliatoi sono divisi uomo/donna ( non ci sono quindi le aree di cambio dedicate alle famiglie che abbiamo invece trovato in alcune Terme all’estero ) quindi entro io con Babi e il papà con Lorenzo. Gli spazi sono comodi e in più solitamente il personale è molto attento, per cui a me e a Babi ( che entrando gratuitamente non ha né braccialetto né armadietto ) hanno sempre riservato un armadietto grande. Per i bimbi ci sono fasciatoi e seggiolini a disposizione, oltre ad un locale apposito con vasca da bagno e getto d’acqua con miscelatore, utilissimo a mio avviso dato che l’acqua che esce dalle docce è quella termale, quindi molto calda e senza possibilità di miscelazione ( almeno nell’area delle donne, in quella degli uomini ci sono alcune docce con miscelatore ). L’acqua delle docce è veramente molto molto calda, se avete bimbi piccoli vi consiglio di sfruttare il locale con la vasca, comodo anche per la presenza dei fasciatoi. Non vi nascondo che in un paio di occasioni anche io ho fatto la doccia lì insieme a Babi 🙂
Il braccialetto giornaliero offre la possibilità di entrare e uscire a piacimento dall’area termale così, dopo un paio d’ore passate tra piscina dei bimbi, piscina dei “grandi” con salvagente e “salsicciotto” ( altra nota a favore, ci sono salvagenti, braccioli e “salsicciotti” a disposizione dei bambini, basta chiedere al personale, sempre molto gentile e disponibile ) torniamo su Gaspare per un buon pranzo e per un pisolino rigenerante, rientrando alle Terme a metà pomeriggio ed uscendo solitamente attorno alle 20:00, praticamente alla chiusura.
In occasione della nostra visita del 17/02/2018 siamo anche stati fortunati dato che l’orario di apertura era stato prolungato fino alle 24:00 per l’iniziativa “Benessere sotto le stelle“; alle 20:00 circa sono state posizionate delle bellissime lanterne a bordo vasca e sono state spente le luci interne, noi ci siamo fermati solo una mezz’oretta in questa atmosfera ma è stato comunque bellissimo!
La giornata in acqua, seppur intervallata dalla pausa camper, è sempre molto stancante, per cui la sera preferiamo cenare con calma su Gaspare e goderci il favoloso silenzio che ci circonda.

Solitamente noi dedichiamo il sabato alla giornata terme e la domenica, prima di ritornare verso casa, non ci lasciamo scappare una passeggiata in paese e una sosta al negozio di alimentari.
Cadarese di Premia è un paesino davvero minuscolo ma molto ben conservato ed è davvero piacevole fare quattro passi tra le sue vie in qualsiasi stagione!


Nel centro del paese c’è una piccolissima piazza con un vecchio lavatoio, sempre allestita con grandissima cura a seconda delle stagioni. Durante le festività natalizie abbiamo trovato un bellissimo presepe

a febbraio i colori dell’autunno e dell’inverno

e a metà marzo un’anteprima della vicina Pasqua

Devo dire che è un angolo davvero delizioso in cui passare un po’ di tempo! La Bottega del Borgo ( il negozio di alimentari ) si affaccia su questa piazzetta, un motivo in più per andarci! Senza contare che potreste trovare anche qualche nuovo amico …


Insomma se amate la montagna, le terme, il buon cibo e i piccoli borghi dalla splendida atmosfera, Cadarese di Premia vi saprà sicuramente stregare. Se come noi avete un camper, l’area sosta è davvero la ciliegina sulla torta, provare per credere.

I commenti sono chiusi.