Seconda parte: La costa Sud da Oslo a Stavanger

 29 LUGLIO

Eccoci ad Oslo! Abbiamo deciso di non fermarci a visitare la città e ci mettiamo subito in strada verso la prima tappa programmata: Tonsberg. Arriviamo attorno a mezzogiorno, giusto il tempo per fare due passi e per pranzare in un grazioso posticino con i tavolini all’apertro proprio sul pontile.  Il pranzo è davvero buono, tutto è freschissimo e Babi e Lorenzo spazzano letteralmente le polpettine dal piatto.

 

Dopo pranzo facciamo una breve passeggiata ( Tonsberg non è molto grande ) e ci rimettiamo in viaggio. Ci fermiamo a Stavern, che è veramente molto carina, peccato solo per la pioggia che rende il tutto molto grigio e triste.

 

Troviamo comunque il modo di giocare e di divertirci…

Coraggiosi decidiamo di andare anche a Molen ma la pioggia incessante e il cielo grigio e cupo non rendono giustizia a questo luogo.

Pernottiamo a Larvik (qui, pernottamento € 15,00, si paga mettendo i soldi in un cassettina accompagnati dall’apposito modulo compilato con dati e targa del veicolo ) in un’area di sosta decisamente spartana tra ferrovia e mare ( ma il rumore del treno onestamente non l’abbiamo nemmeno sentito….) dove il vicino di camper ci permette gentilmente di attaccarci alla sua prolunga per l’elettricità, dato che la colonnina non ha più attacchi disponibili. E’ venerdì sera e si sente, ci sono dei ragazzi del luogo abbastanza rumorosi che si divertono a loro modo nelle vicinanze, veniamo addirittura colpiti da un carrello per la spesa con il quale probabilmente si divertivano a percorrere la lieve discesa della strada. Fortunatamente non riportiamo danni e il fatto che alcuni altri camperisti presenti abbiano chiamato la polizia ha fatto definitivamente allontanare gli irrequieti giovani ristabilendo la tranquillità. Continua a piovere…

30 LUGLIO

Finalmente il sole!! Proseguiamo il nostro viaggio lungo la costa e vista la splendida giornata e il meteo favorevole per i prossimi due giorni decidiamo di non visitare tutte le città bianche ma di arrivare il prima possibile a Mandal per goderci un po’ di spiaggia. La prima sosta della giornata è dettata dalla curiosità: lungo la strada vediamo l’indicazione per un’area di sosta con possibilità di balneazione. Possiamo non curiosare? Assolutamente no, freccia ed entriamo….e Gianni se ne innamora perdutamente!

Fosse stato per lui avremmo passato qui la giornata, ma ci sono tantissime cose che ci aspettano, la prima è Risor, una cittadina tranquilla di case bianche raccolta attorno ad un bel porticciolo a U.

Qui facciamo la nostra prima spesa in terra Norvegese, il che per noi ha sempre un certo fascino. Non so onestamente il perché, ma i supermercati stranieri ci piacciono sempre moltissimo, ci danno proprio l’idea della vacanza e dell’essere in vacanza! Contrariamente a quanto si possa pensare a causa del clima, in Norvegia c’è una vera e propria passione per tutto ciò che riguarda l’aria aperta e in questo caso il “grigliare”… ci sono banconi pieni di ogni prelibatezza e Gianni non si fa certo mancare l’occasione per poter usare la griglia portatile che viaggia con noi nel gavone! Torniamo al camper con un bel po’ di sacchetti pieni e ci fermiamo a pranzare in una bella area di sosta lungo la strada. Nel frattempo, volendo fare qualche giorno di mare, avevo curiosato tra i campeggi vicino Mandal trovandone uno davvero molto bello, il Sjosanden Feriesenter ( http://www.sjosanden-feriesenter.no/en/camping.php ) esattamente alle spalle della famosa spiaggia. Scrivo per chiedere disponibilità per la notte e gentilmente mi rispondono che non accettano prenotazioni ma al momento non hanno problemi di ricettività. Dopo pranzo raggiungiamo quindi il campeggio e facciamo il check in per rimanere due giorni ( 620 Kr totali per il pernottamento ). Il campeggio è semplicemente bellissimo, molto grande, immerso nel verde e separato dalla meravigliosa spiaggia da una incantevole pineta. Si può raggiungere a piedi Mandal in una decina di minuti e con una passeggiata immersi nella pineta. Le piazzole per i camper sono ampie e pianeggianti, i bagni grandi e puliti, con docce calde a pagamento ( come in quasi tutti gli altri campeggi in cui siamo stati ).
Sistemiamo il camper, infiliamo i costumi ai bimbi e andiamo subito in spiaggia….

 
Meraviglioso, questo è l’unico aggettivo che riesco ad attribuire a questo posto. Sono rimasta letteralmente incantata dalla sua bellezza, la sua calma, i suoi colori…. Meraviglioso, meraviglioso davvero. L’acqua è fredda, davvero troppo fredda per pensare di fare il bagno e anche Lorenzo, che non aveva esitato un attimo a buttarsi nelle acque gelide del Maine, qui si tira indietro. Ci dedichiamo quindi ai giochi con la sabbia….

 
 

Tornati dalla spiaggia Gianni mette in moto la sua fedele griglia e ci prepara un’ottima cena.

31 LUGLIO

Questa mattina andiamo alla scoperta di Mandal. La passeggiata dal campeggio alla cittadina è breve e immersa nella bellissima pineta.

C’è vento, lo si sente soprattutto nella zona del porto e percorrendo il bel ponte bianco sul fiume, ma nelle viuzze del paese si sta benissimo e si passeggia piacevolmente. Incontriamo pochissime persone, è tutto estremamente calmo e rilassante, la cittadina merita senz’altro una visita

Il pomeriggio lo trascorriamo nuovamente in spiaggia dove, nonostante il vento, si sta molto bene.

1 AGOSTO

Salutiamo un po’ a malincuore la spiaggia di Sjosanden e raggiungiamo il Lindesnes Fyr percorrendo una bellissima strada a cavallo di piccoli fiordi. Siamo nel punto più meridionale della Norvegia. Al faro ci accoglie la pioggia, ma per fortuna qui il tempo cambia velocemente e riusciamo a visitare l’area del faro senza bagnarci. Il faro si trova su uno spettacolare promontorio che ricorda molto le amate coste bretoni, la vista di cui si gode da qui è di quelle che non si dimenticano facilemente…

  

Nel prezzo del biglietto di ingresso ( 75 Kr a persona, i bambini sono entrati gratuitamente ) è compreso anche un té caldo con degli ottimi waffles, che gustiamo piacevolmente mentre i bimbi si divertono a giocare con una riproduzione del faro fatta con i cuscini e poi con le matite colorate messe a disposizione nel bar. Durante la nostra permanenza al bar fuori ha diluviato, ma quando usciamo spunta persino il sole da dietro le nuvole. Non c’è che dire, la fortuna oggi ci accompagna.
Riprendiamo la strada lungo i fiordi e ci fermiamo a pranzare in camper in un bel parcheggio isolato con questo panorama

poi ci dirigiamo verso Flekkefjord e da qui imbocchiamo la strada costiera RV44 fino a Egersund. Nonostante il cielo grigio non ne esalti i colori, il panorama che scorre davanti ai nostri occhi è incredibilmente emozionante: a metà tra mare e alta montagna, si alternano cascate e piccoli laghetti. Io credo di aver detto “Che bello!” almeno mille volte…. pensare che non era ancora nulla rispetto a quello che avremmo visto in seguito!
A metà pomeriggio raggiungiamo il campeggio che ci ospiterà per le prossime due notti, il Kongeparken Camping ( http://kongeparkencamping.no/en/ , 500 Kr totali ) , esattamente alle spalle del parco divertimenti che visiteremo domani. Purtroppo piove.

2 AGOSTO

Oggi la giornata è tutta dedicata ai bimbi ( soprattutto a Lorenzo ) e la pioggia che ogni tanto viene a farci visita non ci impedisce di goderci pienamente il Kongeparken. Qui il racconto della nostra splendida giornata di giochi.

 

Torna alla prima parte                                                                                     Vai alla terza parte

I commenti sono chiusi.