Ritorno in Normandia, a cavallo tra natura e storia

Difficile pensare ad una vacanza nel Nord della Francia senza prevedere qualche giorno in Normandia, una terra fortemente diversa dalla nostra amata Bretagna ma a suo modo assolutamente incantevole. Anche in questa nostra seconda visita ci siamo soffermati per ragioni di tempo unicamente sulla penisola del Cotentin e sulle spiagge dello sbarco, ma vi assicuro che anche solo una di queste due mete vale da sola il viaggio.
La penisola del Cotentin mostra la parte più selvaggia della Normandia, la parte che forse noi amiamo di più: spiagge infinite, scogliere e sua maestà Cap De la Hague, il luogo del cuore di Gianni e indubbiamente uno dei posti più belli mai visitati.  Abbiamo deciso di conoscere qualche nuovo “angolo” di questo paradiso normanno ed abbiamo trovato posti assolutamente meravigliosi e forse la spiaggia più bella di tutta la vacanza. In una giornata di pioggia abbiamo trovato un fantastico riparo alla Cité de la Mer a Cherbourg, che vi consiglio vivamente di visitare se, come noi, viaggiate con appassionati di sommergibili: qui troverete infatti il Redoutable, il più grande sottomarino visitabile al mondo! In questa occasione io non l’ho visitato ( i bimbi sotto i 5 anni non possono accedervi e io ho fatto quindi compagnia a Babi ) ma lo ricordo ancora perfettamente dal lontano 2012!
Le spiagge dello sbarco sono uno di qui luoghi per cui ci si emoziona solo a pronunciarne il nome o a ricordarne la storia, figuriamoci a viverli! Pur essendoci già stati e pur avendo già solcato quella sabbia, quel terreno, quei percorsi tracciati tra i bunker, l’emozione fa in modo che sia come se li visitassimo per la prima volta. E’ incredibile il potere del viaggiare, del conoscere… e se volete viaggiare insieme a noi, vi basterà cliccare qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.